Archivio tag: alluce valgo recidivo

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia

La paziente presentava un alluce valgo recidivo e dolore alla pianta del piede. Alla prima visita era evidente una sovrapposizione del secondo dito sull’alluce, la persistenza di un modico grado di valgismo e una severa metatarsalgia, ossia dolore in pianta sotto il II, III e IV DITO dovuta al cedimento dei metatarsi.

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia: l’intervento

Il mio intervento è andato da prima a praticare una osteotomia (ossia una frattura di precisione) della base del II, III e IV metatarso per ricreare l’arco plantare trasversale. Poi ho corretto l’alluce valgo recidivo con una tecnica mininvasiva (Akin), che corregge il dito senza coinvolgere l’articolazione già operata.

Infine ho praticato un bilanciamento della capsula del secondo dito per allentare quei tessuti che tiravano eccessivamente verso l’alluce finendo per incrociare e sovrapporre le due dita.

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia - Rx post operatorio

Rx post operatorio

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia - Post operatorio

Post operatorio

 

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia: il primo controllo

Ai controlli periodici effettuati il decorso è stato regolare. Il piede non ha mostrato eccessivo gonfiore e la ripresa è stata graduale ma costante. Si deve tenere conto che il piede presentava un alluce valgo recidivo ossia già operato di alluce valgo e quindi penalizzato nel recupero. Oltre a ciò, ha dovuto subire un intervento piuttosto importante e invasivo per “sistemare” tutto l’avampiede e l’appoggio plantare.

 

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia - ll piede come appare a distanza di due settimane dall'intervento

ll piede come appare a distanza di due settimane dall’intervento

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia: dopo 50gg dall’intervento

Cronologia del recupero. Il primo giorno ha appoggiato il piede per terra per andare in bagno con la apposita scarpa post operatoria Baruk. Nelle tre settimane successive, ha camminato sempre più con la baruk ma in ambiente domestico. Inoltre ha mantenuto quando possibile la gamba sollevata su una sedia o su un cuscino per ridurre il gonfiore. Dopo le tre settimane ha potuto indossare normali calzature (due numeri più abbondanti). Infine, dopo un mese e mezzo dall’intervento, ha incominciato a guidare la macchia e ad andare in ufficio. Durante tutto questo periodo, tranne i primi tre giorni in cui ha assunto antidolorifici, non ha avuto alcun dolore.

 

Alluce valgo recidivo e metatarsalgia - Il piede a 50 gg dall'intervento

Il piede a 50 gg dall’intervento

Per saperne di più

Alluce valgo recidivo

Dolore al piede: quali le cause e come intervenire

 

 

 

Austin long arm. Un caso interessante e complesso di alluce valgo risolto con la mia tecnica personale

Alluce valgo bilaterale di grado severo con recidiva.recidivo

Tempo fa, ho operato una giovane donna, già operata di alluce valgo al piede destro con tecnica di Austin, ma senza esito risolutivo poichè in breve tempo aveva sviluppato una recidiva che si era precocemente evoluta in un alluce valgo di grado severo. Contemporaneamente, anche l’altro piede aveva sviluppato unalluce valgo di pari gravità. Vedete com’è andata… Continua a leggere